Filters
Close
RSS

Messaggio di "2017" marzo

PULIRE UNA STANZA D'ALBERGO

PULIZIE STANZA ALBERGO

Il personale alberghiero impegnato alla pulizia dei piani costituisce uno dei pilastri di qualsiasi struttura ricettiva.

Un albergo confortevole, pulito e un’accoglienza famigliare lasciano sempre soddisfatto il cliente: su questo si costruisce un’impresa che non vende solo letti ma cortesia ed atmosfera.

Un’atmosfera che solo una pulizia accurata e professionale sono in grado di assicurare, attraverso personale specializzato.

LE REGOLE PER INIZIARE

carrello capri 7

Un CARRELLO ben fornito e ben organizzato è la chiave per un lavoro efficiente.

Consente di non perdere tempo nel cercare i prodotti o gli strumenti per la pulizia oltre ad evitare ripetuti viaggi verso il deposito della biancheria per rifornirsi di quanto necessario.

 

  1. Utilizzare sempre GUANTI MONOUSO e IN GOMMA per tutte le varie attività.

  2. ARIEGGIARE le stanze, aprendo le finestre non appena si entra in camera.

  3. Svuotare i cestini rifiuti camera e bagno e verificare che non siano presenti “CRITICITÀSTRAORDINARIE  (ovvero che vanno al di fuori della normale situazione)che vanno eventualmente risolte con priorità assoluta.

  

la stanza da bagno

  • Togliere tutta la biancheria sporca ammucchiandola a terra.

  • Scaricare l’acqua dello sciacquone wc e cospargere le pareti interne con il liquido disincrostante e disinfettante.

  • Immergere nell’acqua lo scopino che andrà tolto quando, prima di lasciare la camera, si aziona lo sciacquone.

 

Il Wc ed il bidet.

Con un panno microfibra rosso e del detergente manutentore, pulire le pareti esterne del wc, il sedile, la base, le piastrelle dietro la tazza ed asciugare il tutto in modo accurato. La stessa attività va eseguita per la tazza bidet.    

Rimpiazzare la carta igienica posizionandola verso l’esterno e non verso la parete. Rivoltarne un angolo e posizionare, ben visibile, un nuovo rotolo di scorta nella dotazione del bagno.

 

La doccia

Entrare nella doccia mettendo sotto i piedi il tappetino usato già dal cliente. Pulire con una spugnetta bagnata le pareti interne utilizzando un detergente adatto al materiale con cui è realizzata (vetro, materiali plastici o tendine).

 

Nel pulire le pareti interne partire sempre dall’alto e strofinare il panno verso il basso (per consentire allo sporco ed alla schiuma del detergente di confluire verso il piatto doccia). Pulire allo stesso modo le piastrelle. Fare attenzione agli angoli del box doccia e del piatto, dove inevitabilmente lo sporco si nasconde meglio. Pulire il portasapone, il rubinetto, l’erogatore dell’acqua della doccia e le parti cromate. Uscire dalla doccia, togliere il tappetino e sciacquare con acqua prima calda e poi fredda. Controllare che il foro di scarico non sia ostruito da capelli o altro. Se della sporcizia è presente, rimuoverla. Asciugare tutto con un panno asciutto: le pareti interne, il rubinetto, il portasapone, l’erogatore, il piatto doccia, le piastrelle.

  

Per la pulizia di lavandino, mensola e specchio

Spostare gli oggetti personali del cliente, senza aprire alcun contenitore o toccare eventuali oggetti di valore.

Con un panno microfibra, spruzzato di detergente manutentore, lavarne le superfici che andranno poi accuratamente risciacquate con acqua fredda.

Controllare la pulizia del troppopieno e del foro di scarico. Spruzzare del detergente per vetri su un panno in microfibra idoneo e passare sullo specchio.

Se il bagno è dotato di asciugacapelli, passare il panno umido e togliere eventuali impronte.

Asciugare con un panno asciutto il lavandino, la mensola e lucidare le parti cromate e di acciaio. Riordinare gli oggetti personali del cliente. 

Rifornire il cestino cortesia: saponette, cuffia doccia, shampoo doccia, bicchieri di plastica, fazzolettini di carta…

 

La porta del bagno

Va ripassata in entrambi i lati, con un panno inumidito e detergente vetri/spolvero (quello utilizzato per lo specchio) senza lasciare macchie o aloni. Pulirne infine i cardini e le maniglie. Verificare che non ci siano macchie o aloni sulla porta.

  

Estrarre tutta la biancheria sporca e depositarla sul pavimento della camera. Togliersi i guanti e mettere in bagno la biancheria pulita.

 

 

Il letto

A discrezione delle linee guida impartite dalla proprietà, spogliare il letto della biancheria sporca (federe cuscini, lenzuola, federe materasso) e sistemarla sul pavimento dentro le federe usate. Mettere in questo mucchio anche la biancheria sporca del bagno. Chiudere l’intero mucchio e deporlo nell’apposito sacco sul carrello.                                                             

 Appoggiare su una sedia cuscini, copriletto e coperte. Controllare che il materasso sia in perfetto stato, i bordi del letto siano puliti ed il coprimaterasso non abbia macchie. Allineare il materasso ai bordi e stendere ben teso il coprimaterasso. Controllare sotto il letto che non ci sia sporcizia, polvere o qualche oggetto dimenticato dal cliente.                                                                                              

 Prelevare dal carrello il numero esatto dei capi di biancheria che occorrono ed appoggiarli su un’altra sedia e iniziare a rifare accuratamente il letto.

 

Spolvero delle superfici

Per le pulizie di tutte le superfici quali mobilio, quadri, vetri e specchi, televisore, lampade e lampadari, prendere un panno in microfibra e inumidirlo con del detergente per vetri e specchi. Pulire con accuratezza. Riordinare gli oggetti personali del cliente.                                                                                 

Si termina il rifacimento camera con la profumazione dell’ambiente...e non dimentichiamo di riposizionare lo scopino wc!

 

la pulizia dei pavimenti

 

SCOPATURA DEL PAVIMENTO (UTILIZZO DEL SISTEMA A GARZE MONOUSO)

 

 Importante: sia per la scopatura e per la detergenza, è buona norma cominciare dalla stanza da letto per finire con i pavimenti della stanza da bagno.

 schema di scopatura pavimento

 

  1. Montare il/i panni monouso(garze) sull’apposito telaio con inserti a “croce” ed appoggiare al pavimento. 

  2. Verificare che i quattro angoli siano fissati bene, onde evitare di lasciare tracce di polvere.

  3. Passare prima lungo le pareti, poi sotto ed intorno ai mobili.

  4. Per ultimo, passare sullo spazio libero centrale con movimenti ad “S” indietreggiando verso l’uscita.

  5. A concludere, togliere la garza dal telaio e raccoglierla ripiegandola su sé stessa per imprigionare la polvere.  

 

 

DETERSIONE PAVIMENTI (UTILIZZO DEL SISTEMA A FRANGE PRE-IMPREGNATE)

  

Importante: ricorda di cominciare dalla stanza da letto per finire con i pavimenti della stanza da bagno, come per la scopatura.

 

Preparazione di 40 frange umide

  1. Preparare nell’apposito secchiello una soluzione di 5,2 litri di acqua e detergente (rispettare le percentuali di diluizione riportate sulla confezione). 

  2. Posizionare 20 frange umide (art.7039) lavate e centrifugate (~ 800/1000 giri) in due file, una accanto all’altra, con la parte del velcro rivolta verso l’alto.

  3. Versare 2,6 litri di soluzione dei 5,2 litri preparati.

  4. Posizionare altre 20 frange nella stessa modalità delle precedenti.

  5. Versare i rimanenti 2,6 litri di soluzione.

  6. Chiudere il secchio con il coperchio ermetico e capovolgerlo.

Attenzione! Se invece utilizziamo frange asciutte utilizzare 6,4 litri di soluzione.

Le frange così preparate devono rimanere in posa per almeno 8 ore.

Una volta aperto il secchio e richiudendo bene con il coperchio al termine dei lavori, le frange mantengono lo stesso tasso di umidità per 3 giorni.

 

 Lavaggio pavimento

 

  1. Togliere il coperchio ermetico dal secchio da 22 litri.

  2. Prendere il telaio, appoggiarlo sulla prima frangia di lavaggio in modo che il velcro faccia aderire la frangia di lavaggio alla base.Sollevare il telaio con la frangia di lavaggio.

  3. Iniziare a lavorare partendo dall’ingresso della stanza e, depositando la soluzione detergente, arrivare al punto più lontano della stanza.

  4. Si continua, con la schiena rivolta all’uscita, per venire tracciando “S” allungate verso l’uscita dove è posizionato il carrello. 

  5. Ultimare il lavoro nella pavimentazione della toilette e uscire dalla stanza.Ogni frangia ha una autonomia di lavoro di circa 20/25 mq

  6. Al termine la si estrae dal telaio e si raccoglie nel sacco retinato in tela.Lasciare asciugare il pavimento spontaneamente.

 

RICORDA! 

Una volta alla settimana il lavaggio dei pavimenti deve essere effettuato solo con l’acqua, questo per eliminare eventuali residui di detergente rimasti sul pavimento durante la settimana.

 

 

 

E SE PER QUALSIASI MOTIVO NON ABBIAMO PRONTE LE FRANGE PRE-IMPREGNATE?

ECCO LA SOLUZIONE!

 

 UTILIZZO E PREPARAZIONE DI FRANGE IMPREGNATE  CON DOSATORE TECNO-SHOWER

 

  1. Posizionare nel secchio rettangolare due file di 10 frange (quindi 20 in totale, art. 7039) lavate e centrifugate (~ 800/1000 giri) pulite e asciutte, con la parte velcro rivolta verso l’alto.

  2. Posizionare il dosatore TECNO-SHOWER sui bordi del secchio.

  3. Versare delicatamente 2,6 litri di acqua con la giusta dose di detergenteal centro del dosatore dove sono presenti le alette circolari paragetto.

  4. Lasciare posizionato il dosatore per 10 minuti durante i quali avviene la scolatura e la totale impregnazione di tutte le frange.

  5. Le frange saranno così omogeneamente impregnate e pronte per il lavaggio. 

  

Questo sistema permette di gestire eventuali preparazioni straordinarie delle frange in tempi molto ristretti!

 

 

I Consulenti di Vendita Pieri Group sono a Vostra disposizione per l’approvvigionamento di tutti i migliori materiali necessari e la formazione all’utilizzo.